NEWS

Ottobre con Maria e San Michele: papa chiede di pregare per la Chiesa

Inizia oggi, con la festa di santa Teresa di Lisieux, il mese mariano di Ottobre, durante il quale il Papa chiede di pregare il Rosario tutti i giorni concludendolo con l’antica invocazione “Sub tuum praesídium”, e con l’invocazione a San Michele Arcangelo – scritta da Leone XIII – che ci protegge e aiuta nella lotta […]

Inizia oggi, con la festa di santa Teresa di Lisieux, il mese mariano di Ottobre, durante il quale il Papa chiede di pregare il Rosario tutti i giorni concludendolo con l’antica invocazione “Sub tuum praesídium”, e con l’invocazione a San Michele Arcangelo – scritta da Leone XIII – che ci protegge e aiuta nella lotta contro il male. La preghiera – ha affermato il Pontefice pochi giorni fa, l’11 settembre, in un’omelia a Santa Marta – è l’arma contro il grande accusatore.

Con un comunicato reso noto sabato dalla Sala Stampa vaticana Francesco invita i fedeli di tutto il mondo a pregare il Santo Rosario ogni giorno, “e a unirsi così in comunione e in penitenza, come popolo di Dio, nel chiedere alla Santa Madre di Dio e a San Michele Arcangelo di proteggere la Chiesa dal diavolo, che sempre mira a dividerci da Dio e tra di noi”. La richiesta di intercessione è affinché la santa Madre di Dio ponga la Chiesa sotto il suo manto protettivo: per preservarla dagli attacchi del maligno, il grande accusatore, e renderla allo stesso tempo sempre più consapevole delle colpe, degli errori, degli abusi commessi nel presente e nel passato, e impegnata a combattere senza nessuna esitazione affinché il male non prevalga.

[San Michele Arcangelo, difendici nella lotta, sii nostro presidio contro le malvagità e le insidie del demonio. Capo supremo delle milizie celesti, fa’ sprofondare nell’inferno, con la forza di Dio, Satana e gli altri spiriti maligni che vagano per il mondo per la perdizione delle anime. Amen.]

Condividi questo contenuto
CORRELATI
Ti aggiorneremo ogni mese con le nostre iniziative, seguici! ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER