NEWS

Comunione e tutela della vita

All’udienza generale di oggi il Papa ha proseguito la catechesi sugli Atti degli Apostoli, riflettendo in particolare sulla Riserrezione e sulla comunione che vivevano gli apostoli. “Tutto parte dalla Risurrezione di Cristo”, ha detto il papa, che “non è un evento tra gli altri, ma è la fonte della vita nuova”. L’atteggiamento di Giuda, che […]

All’udienza generale di oggi il Papa ha proseguito la catechesi sugli Atti degli Apostoli, riflettendo in particolare sulla Riserrezione e sulla comunione che vivevano gli apostoli.

“Tutto parte dalla Risurrezione di Cristo”, ha detto il papa, che “non è un evento tra gli altri, ma è la fonte della vita nuova”.

L’atteggiamento di Giuda, che voleva salvarsi da sé ha fatto sì che scegliesse la morte anziché la vita e ha portato alla sua sostituzione con un altro discepolo.

“La comunione vince sulle divisioni, sull’isolamento, sulla mentalità che assolutizza lo spazio del privato”, ha aggiunto “segno che la comunione è la prima testimonianza che gli Apostoli offrono “.

“ …nel Dna della comunità cristiana” ci sono “l’unità e la libertà da sé stessi, che permettono di non temere la diversità, di non attaccarsi alle cose e ai doni e di diventare martyres, testimoni luminosi del Dio vivo e operante nella storia”.

Forte poi l’appello per tutelare ogni vita umana, nel ricordo dei cortei che si sono svolti in Polonia per salvaguardare la vita: “Siamo chiamati a difenderla e servirla già concepimento nel grembo materno fino ad età avanzata, quando è segnata dall’infermità e dalla sofferenza”, e a “pregare affinché sia sempre rispettata la vita umana, testimoniando così i valori evangelici specialmente nell’ambito della famiglia”.

“Non è lecito distruggere la vita, renderla oggetto di sperimentazioni o di false concezioni”, ha detto papa Francesco.

Condividi questo contenuto
CORRELATI
Ti aggiorneremo ogni mese con le nostre iniziative, seguici! ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER