NEWS

Stop alla plastica monouso: le riflessioni del Papa per salvare l’ambiente

Per mettere un argine all’inquinamento legato alla plastica, entra in vigore nei Paesi dell’Unione europea, oggi venerdì 14 gennaio, la legge che vieta l’uso della plastica monouso. Vengono banditi piatti, posate, bicchieri, cotton fioc, cannucce, palloncini in plastica. Ma anche sacchetti per fare la spesa, contenitori per cibi e bevande, coperchi, tappi. E tanti altri prodotti realizzati in plastica. Il divieto non riguarda i prodotti in plastica lavabile, quelli non usa e getta, che sono riutilizzabili. Sono previste multe, anche salate, per coloro che sono inadempienti. La sanzione amministrativa può variare da un minimo di 2.500 euro a un massimo di 25mila euro per “l’immissione sul mercato o la messa a disposizione di prodotti in violazione di quanto previsto dall’art. 5, comma 1”.

Piatti… di plastica

In Europa vengono prodotte ogni anno circa 58 milioni di tonnellate di plastica. Questo materiale viene utilizzato principalmente per gli imballaggi (40%). Ma anche per beni di consumo e articoli casalinghi (22%). Altri ambiti riguardano l’edilizia, il settore delle costruzioni (20%), quelli delle automobili e degli autocarri (9%) e delle apparecchiature elettriche (6%). Un ulteriore ambito infine nell’agricoltura (3%). Viene riciclato solo il 30% dei rifiuti in plastica, materiale non biodegradabile e durevole nel tempo. La plastica contamina boschi, finisce in mare, si scompone in particelle minuscole che entrano anche a far parte della catena alimentare e finisce nei nostri piatti.

Responsabilità ambientale

Il Papa, durante il Pontificato, ha più volte ricordato i danni arrecati all’ambiente, anche dalla plastica. Nell’enciclica Laudato si’ Francesco sottolinea che “l’educazione alla responsabilità ambientale può incoraggiare vari comportamenti che hanno un’incidenza diretta e importante nella cura per l’ambiente, come evitare l’uso di materiale plastico o di carta, ridurre il consumo di acqua, differenziare i rifiuti, cucinare solo quanto ragionevolmente si potrà mangiare, trattare con cura gli altri esseri viventi, utilizzare il trasporto pubblico o condividere un medesimo veicolo tra varie persone, piantare alberi, spegnere le luci inutili, e così via. Tutto ciò fa parte di una creatività generosa e dignitosa, che mostra il meglio dell’essere umano”.

Stili di vita più semplici

L’emergenza climatica minaccia gravemente la natura e la vita. Papa Francesco lo ribadisce nel messaggio per la celebrazione della giornata mondiale di preghiera per la cura del creato del primo settembre del 2019. “Lo scioglimento dei ghiacciai, la scarsità d’acqua, l’incuria dei bacini idrici e la considerevole presenza di plastica e microplastica negli oceani sono fatti altrettanto preoccupanti, che confermano l’urgenza di interventi non più rimandabili”. Il Pontefice esorta a “riflettere sui nostri stili di vita e su come le nostre scelte quotidiane in fatto di cibo, consumi, spostamenti, utilizzo dell’acqua, dell’energia e di tanti beni materiali siano spesso sconsiderate e dannose”. “Scegliamo di cambiare, di assumere stili di vita più semplici e rispettosi!”.

Usare tutte cose biodegradabili

Ci sono diverse cose che, quotidianamente, possiamo fare per salvaguardare l’ambiente. Papa Francesco ricorda alcune buone pratiche durante il collegamento televisivo trasmesso il 17 dicembre del 2015 dalla Cnn con le “Scholas Occurrentes”. “Per esempio – afferma il Pontefice in quell’occasione – possiamo usare sempre materiale biodegradabile. Voi sapete che una busta di plastica che non è biodegradabile resta lì per millenni e ciò reca un danno all’ambiente. Possiamo usare tutte cose biodegradabili”. Il futuro della casa comune dipende anche da piccoli passi quotidiani. Le norme e le direttive possono indicare la strada da seguire e i sensi vietati. Ma sono le scelte quotidiane e gli stili di vita i più grandi alleati del creato. Solo così si può realmente costruire una autentica educazione alla responsabilità ambientale.

Fonte: www.vaticannews.va

Condividi questo contenuto
CORRELATI

CANALI TV PER VEDERE TELEPACE

VERONA 14 e 187
VENETO E LOMBARDIA 187
EMILIA ROMAGNA 94

TRENTINO ALTO ADIGE 13
ROMA 73 e 214 HD
APP iOS e ANDROID - Scopri di più

Ti aggiorneremo ogni mese con le nostre iniziative, seguici! ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
La TV come la conosciamo sta cambiando, ma Telepace non cambia: si trasforma!
This is default text for notification bar