Il Cenacolo

Dallo Statuto del Cenacolo “Maria Stella dell’Evangelizzazione”

Il cenacolo “Maria, Stella dell’Evangelizzazione”, è un’associazione pubblica di fedeli, composta di persone d’ambo i sessi, compresi i chierici, eretta dal Vescovo di Verona il 25 marzo 1998, nella solennità dell’Annunciazione del Signore, i cui membri trovano nella vita di unione gli aiuti necessari per vivere con fedeltà la propria consacrazione a Dio nella Chiesa e per essere di sostegno all’Associazione per l’Annuncio Cristiano della  Pace (Radiopace),  alla  Fondazione Artigiani della Pace (Telepace Verona) e all’Associazione Amici di Telepace (Telepace Roma) nell’opera di evangelizzazione con Radiopace, Telepace e il Satellite.

 

Fine dell’Associazione è obbedire al mandato del Signore “andate in tutto il mondo e predicate il Vangelo ad ogni creatura”, sulle orme di Cristo “primo e perfetto comunicatore” che è venuto non per essere servito, ma per servire; e affrontare con umile audacia i “sentieri misteriosi dell’etere”, per recare alla mente e al cuore di ogni persona il lieto annunzio della salvezza, nella rigorosa fedeltà a Dio e all’uomo nella Chiesa.

 

Pertanto, l’Associazione:

 

  1. a) promuove nei suoi membri il desiderio e l’esercizio della perfezione cristiana nel servizio gratuito, generoso e gioioso a Dio e all’uomo nella Chiesa con i Mezzi della Comunicazione Sociale;

 

  1. b) aiuta i membri ad offrire, per l’Evangelizzazione del mondo con la radio e la televisione, le proprie energie spirituali ed ogni altra energia “fino allo spargimento del sangue” per tutte le attività apostoliche annesse e connesse con tale servizio;

 

  1. c) prepara i membri a testimoniare con la parola e con la vita la tenerezza di Dio, che “è Padre e ha cura di tutti i suoi figli”.

 

MEMBRI DELL’ASSOCIAZIONE

 

MEMBRI EFFETTIVI: le persone di ambo i sessi, chierici, celibi, nubili, sposate o vedove, di età non inferiore ai diciotto anni, che siano disposte ad accettare e a vivere lo spirito e i doveri dell’Associazione secondo gli Statuti.

 

MEMBRI AGGREGATI: sacerdoti, religiosi e religiose, monasteri della pace, operatori, promotori, amici e ascoltatori.

 

IMPEGNI PARTICOLARI DEI MEMBRI: i membri effettivi sì impegnano a servire la Chiesa universale e particolare con: il voto privato di disponibilità completa e incondizionata alle esigenze della Chiesa universale e particolare per quanto riguarda radio e televisione, su richiesta del Sommo Pontefice e dei Vescovi; i voti di castità, povertà e obbedienza, per essere testimoni credibili della Parola che annunciano, con i mezzi della comunicazione.

 

Con il voto di castità i membri si impegnano a vivere la castità evangelica secondo il proprio stato seguendo Cristo casto;

 

con il voto di povertà i membri si impegnano a vivere l’abbandono filiale tra le braccia di Dio che è Padre e ha cura di tutti i suoi figli;

 

con il voto di obbedienza i membri si impegnano ad accettare gioiosamente le decisioni dei Superiori per il bene della Chiesa, realizzando così il voto di disponibilità.

 

I voti e la promessa vengono fatti davanti al Vescovo, dopo un anno di postulandato e un anno di noviziato e si rinnovano ogni anno.

 

I membri aggregati sì impegnano a servire la Chiesa universale e particolare con:

il voto privato di disponibilità completa e incondizionata alle esigenze della Chiesa universale e particolare per quanto riguarda radio e televisione, su richiesta del Sommo Pontefice e dei Vescovi; il voto viene fatto davanti al Vescovo (o a un suo delegato) e si rinnova ogni anno.

 

MEZZI PER RAGGIUNGERE LE FINALITÀ: adempimento fedele dei doveri del proprio stato; accettazione serena della volontà di Dio anche nelle avversità e nelle prove della vita; fede incrollabile e incondizionata nella divina Provvidenza per raggiungere le finalità dell’Associazione; esercizio della carità verso tutti, per onorare in ogni fratello e sorella il volto di Cristo, dando voce a chi non ha voce a partire dal grido dei poveri, dei disperati, degli esclusi, dei maledetti e di coloro che sono ritenuti indegni di vivere.

 

ATTIVITÀ APOSTOLICHE DELL’ASSOCIAZIONE: quelle attività che più direttamente si riferiscono all’Evangelizzazione con Radiopace, Telepace, il Satellite, Internet; quelle che riguardano la direzione, la promozione e l’animazione dell’Emittente cattolica in stretta collaborazione con l’Associazione per l’Annuncio Cristiano della Pace, con la Fondazione Artigiani della Pace e con l’Associazione Amici di Telepace, perché sia sempre “a servizio di Dio e dell’uomo nella Chiesa”; quelle che riguardano il sostegno economico dell’Emittente, che vive unicamente abbandonata alla divina Provvidenza, “di sola carità e per la carità”; quelle che riguardano persone (studenti stranieri bisognosi, carcerati, condannati a morte) o famiglie, i cui appelli arrivano  all’Emittente da ascoltatori in necessità e interpellano la coscienza dei singoli, delle collettività e delle Istituzioni; tutte quelle attività che direttamente o indirettamente sono collegate con l’opera dì evangelizzazione dell’Emittente.

 

FORMAZIONE DEI MEMBRI AL “SENSUS ECCLESIAE”: Per essere strumenti idonei nelle mani di Dio nella salvezza dei fratelli, i membri devono attendere con ogni cura alla loro formazione spirituale, dottrinale e culturale-tecnica.

 

Formazione spirituale: soda pietà liturgica incentrata sul mistero di Cristo e della Chiesa con particolare attenzione alla celebrazione dei tempi forti di Avvento-Natale, Quaresima-Pasqua, Pentecoste; partecipazione alla Messa possibilmente tutti i giorni; adorazione quotidiana prolungata davanti all’Eucaristia; Liturgia delle ore (per i laici: Lodi e Vespri); recita quotidiana del Santo Rosario (tutto o in parte); preghiera del Papa a Maria, Stella dell’Evangelizzazione;  confessione e direzione spirituale; meditazione quotidiana; lettura spirituale ed esame di coscienza; ritiro mensile ed esercizi spirituali annuali, da fare insieme;

 

formazione dottrinale: studio sistematico della Sacra Scrittura; partecipazione a corsi di studio di teologia e dei documenti conciliari e postconciliari sui Mezzi della Comunicazione Sociale, con particolare attenzione alla radio e alla televisione;

 

formazione culturale-tecnica: studio e conoscenza della metodologia della radio e della televisione; tecniche della comunicazione, con la radio e la televisione; esercizio e verifica dell’uso di questi mezzi nella nuova evangelizzazione.

SEDE DELL’ASSOCIAZIONE: sede dell’Associazione è Casa Gioiosa di Cerna, nel Comune di Sant’Anna d’Alfaedo (Vr), dove è nata l’Emittente cattolica e dove ci sono i suoi studi. I membri possono vivere: in comunità: membri effettivi (sacerdoti, diaconi, seminaristi, persone celibi e nubili); in famiglia: membri effettivi (persone sposate o vedove).

 

MARIA, STELLA DELL’EVANGELIZZAZIONE: l’Associazione è posta sotto la speciale protezione di Maria, invocata dalla Chiesa con il titolo di “Stella dell’Evangelizzazione”. Il Papa San Giovanni Paolo II ha affidato a Telepace il compito di onorare e di far conoscere in tutto il mondo Maria con questo titolo. Nel 1992 egli ha scritto di suo pugno una speciale preghiera, che ha consegnato al direttore di Telepace perché, tradotta in tutte le lingue, fosse recitata dai fedeli del mondo intero. Inoltre, il 21 ottobre 1992, nell’Aula Paolo VI, ha benedetto l’icona di Maria, Stella dell’Evangelizzazione, oggi venerata nella nuova Chiesa-Santuario a Lei dedicata sul Colle della Pace, a Cerna. Ogni anno, il 21 ottobre, ad experimentum, celebriamo la sua festa votiva. Alla “Stella dell’Evangelizzazione” ogni giorno i membri dell’Asso-ciazione si rivolgeranno recitando la preghiera composta dal Papa, per ottenere luce e forza nel cammino dell’Evangelizzazione.

 

PREGHIERA A MARIA STELLA
DELL’EVANGELIZZAZIONE
composta da San Giovanni Paolo II

 

Al mattino della Pentecoste,

Tu hai sostenuto con la preghiera

l’inizio dell’evangelizzazione,

intrapresa dagli apostoli

sotto l’azione dello Spirito Santo.

Con la tua costante protezione

continua a guidare anche oggi,

in questi tempi di apprensione e di speranza,

i passi della Chiesa che,

docile al mandato del suo Signore,

si spinge con la “lieta notizia” della salvezza

verso i popoli e le nazioni di ogni angolo della terra.

Orienta le nostre scelte di vita,

confortaci nell’ora della prova,

affinché, fedeli a Dio e all’uomo,

affrontiamo con umile audacia

i sentieri misteriosi dell’etere,

per recare alla mente ed al cuore di ogni persona

l’annuncio gioioso di Cristo Redentore dell’uomo.

O Maria, Stella dell’Evangelizzazione,

cammina con noi! Amen.

PREGHIERA A SANTA CHIARA

celeste patrona della Televisione

 

Santa Chiara, il tuo nome evoca luminosità e trasparenza. Chiedi per noi al Signore uno sguardo limpido e la capacità di discernere in modo responsabile i messaggi della comunicazione.

 

Tu, Chiara di nome e di vita, indichi una strada da percorrere: illumina quanti operano nel campo dell’informazione, perché comprendano che comunicare la verità sull’uomo è la loro più autentica vocazione.

 

Fa’, o Chiara, che trasmettiamo messaggi di solidarietà e di speranza, nella costante apertura alla voce dello Spirito Santo.

 

A te, o Chiara, ammalata, il Signore concesse nella notte di Natale la visione dei sacri riti: con la tua potente preghiera ottieni agli operatori che si sono allontanati dalla via del Vangelo di ritornare a Gesù, affinché, aprendo la mente allo splendore della Verità, possano rendere la televisione veicolo di valori umani e cristiani.

Amen.

 

PREGHIERA A SAN GIUSEPPE

“Economo generale” di Telepace

A te, o beato Giuseppe, stretti dalla tribolazione, ricorriamo, e fiduciosi invochiamo il tuo patrocinio, dopo quello della tua santissima sposa. Per quel sacro vincolo di carità, che ti strinse all’Immacolata Vergine Maria, Madre di Dio, e per l’amore paterno che portasti al fanciullo Gesù, riguarda, te ne preghiamo, con occhio benigno la cara eredità che Gesù Cristo acquistò col suo Sangue, e col tuo potere ed aiuto sovvieni ai nostri bisogni. Proteggi, o provvido custode della divina Famiglia, l’eletta prole di Gesù Cristo: allontana da noi, o Padre amatissimo, gli errori e i vizi, che ammorbano il mondo; assistici propizio dal cielo in questa lotta col potere delle tenebre, o nostro fortissimo protettore; e come un tempo salvasti dalla morte la minacciata vita del bambino Gesù, così ora difendi la santa Chiesa di Dio dalle ostili insidie e da ogni avversità; e stendi sopra ciascuno di noi il tuo patrocinio, affinché a tuo esempio e mediante il tuo soccorso, possiamo virtuosamente vivere, piamente morire e conseguire l’eterna beatitudine in cielo. AMEN.

                                                                                                                                             Leone XIII

 

 

Condividi questo contenuto

CANALI TV PER VEDERE TELEPACE

VERONA 14 e 187
VENETO E LOMBARDIA 187
EMILIA ROMAGNA 94

TRENTINO ALTO ADIGE 13
ROMA 73 e 214 HD
APP iOS e ANDROID - Scopri di più

Ti aggiorneremo ogni mese con le nostre iniziative, seguici! ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
La TV come la conosciamo sta cambiando, ma Telepace non cambia: si trasforma!
This is default text for notification bar